MG2 per il packaging farmaceutico: fine linea e serializzazione / MG2 project for the pharmaceutical industry: end of line and serialization system

La affidabilità e la precisione, tradizionali marchi di fabbrica delle opercolatrici prodotte da oltre 50 anni da MG2, vengono mutuate nella progettazione e nell’allestimento di soluzioni per il packaging. In questo ambito, l’azienda bolognese è infatti in grado di offrire un portafoglio di macchine e sistemi in grado di far fronte alle più eterogenee esigenze delle aziende del comparto cosmetico e farmaceutico, con soluzioni caratterizzate al contempo da elevata tecnologia, robustezza e flessibilità. Ne è un esempio ACE: sistema per il Track & Trace disponibile nelle versioni per flaconi, astucci e fardelli, caratterizzato da una versatilità e da un footprint tali da consentirne l’installazione su linee pre-esistenti, anche nel caso di spazi non particolarmente ampi. Nel caso della linea in esame, il sistema ACE CT/400, nella versione dedicata agli astucci, è in grado di realizzare la stampa dei codici al laser garantendo allo stesso tempo qualità e precisione. L’ACE impiegato sulla linea è impostato per lavorare a velocità relativamente basse, ma può potenzialmente arrivare a tracciare 400 pezzi/min. Per quanto riguarda il fine linea, entra in gioco un’incartonatrice orizzontale GSL10: un’unità atta a formare, riempire e chiudere cartoni di tipo americano. L’esemplare impiegato integra un sistema per la serializzazione prodotto da OPTEL. La linea così composta è un tipico esempio di soluzione sviluppata per il mercato nordamericano, vero e proprio bacino di riferimento per le macchine MG2 dedicate al packaging e al process. Quest’area rappresenta un mercato importante per numero e tipologia di utenti e, al contempo, è sede di numerose aziende (dai piccoli conto terzisti alle grosse multinazionali) che sviluppano e confezionano farmaci sia per il mercato domestico che per quello globale. Il Nord America è inoltre sede di organismi quali la Federal and Drug Administration, che dettano alcune tra le principali normative di riferimento del settore farmaceutico.

Reliability and precision, which represent the traditional trade mark of the capsule fillers MG2 has produced for more than 50 years, are also borrowed in both the designing and in the research of solutions for the packaging industry. In this scope, the company based in Bologna can offer a portfolio of machines and systems capable to satisfy the most different needs, starting from cosmetic and pharmaceutical companies by proposing solutions which combine high technology, stability and flexibility. The ACE Track & Trace system is a perfect example. Available in versions for bottles, cartons and bundles, it stands out thanks to both its versatility and its footprint which enables installation on pre-existing lines, even in limited small areas. The above-mentioned line includes an ACE CT/400 for cartons capable to print codes by laser with high quality and precision results at the same time. This ACE has been set up to work at rather low speeds even if it can potentially reach a speed of 400 pieces/minute. As far as the end of line is concerned, MG2 shows off its horizontal case packer model GSL10: a machine suitable to form, fill and close RSC cases. In particular, the GSL10 model utilized for the above application is equipped with a serialization system produced by OPTEL. The line composed of the above machines represents a typical example of solution specially conceived for the North American market, which acts as reference market for MG2 machines in both the packaging and the process sectors. Actually, this geographical area represents an important market both in terms of number and in terms of type of users, but at the same time, it is also the location where many companies based their headquarters (starting from small contractors up to the biggest multinational companies) to develop and pack pharmaceutical products to be allocated to both national and international markets. North America is also the base for many institutional bodies such as the Federal and Drug Administration, which set some of the main reference rules in the pharmaceutical industry.

ACE CT_400 detail - laser printing and code reading area

Detail of the ACE CT_400 – laser printing and code reading area

Annunci

MG2 per il packaging farmaceutico: dalla progettazione all’installazione presso il cliente / MG2 project for the pharmaceutical industry: from design to installation at the customer site

MG2 ha coordinato il progetto per la realizzazione di una linea di confezionamento di un prodotto – a base di morfina – impiegato nella terapia del dolore; un farmaco particolarmente attivo che ha richiesto grande attenzione nelle fasi di progettazione, integrazione e montaggio delle macchine. Si tratta della seconda linea consegnata al medesimo cliente nell’arco di pochi mesi, a riprova della fiducia guadagnata da MG2, non solo come fornitore di macchine e gruppi accessori, ma anche in veste di capo commessa per progetti articolati, che richiedano il coordinamento di diversi costruttori e fornitori di sistemi. La linea, che è stata allestita presso l’headquarters bolognese MG2 per il FAT, copre tutte le fasi di confezionamento fino al packaging secondario e ha richiesto un certo grado di flessibilità nella progettazione delle varie macchine. I flaconi trattati sono infatti in cinque formati, dai 50 a 240 ml e vengono inseriti all’interno di astucci di diverse dimensioni, assieme a componenti differenti a seconda del caso quali siringhe, tappi o conta gocce. Successivamente, viene inserito all’interno dell’astuccio il prospetto informativo, con o senza istruzioni. Oltre a MG2, i partner coinvolti nel progetto sono stati Cariba, per quanto riguarda le fasi relative all’astucciamento ed OPTEL, che ha fornito i sistemi di visione che sono integrati in linea.

MG2 coordinated a project aimed at the implementation of a packaging line for a morphine-based highly active pain relief product: this activity required great care during the steps of designing, integration and assembly of the machines. This is the second line ordered in the last few months by the same customer, an American pharmaceutical multinational company, and it is a clear sign of the loyalty that MG2 earned in this field, not only as a supplier of machines and accessory units, but also as prime contractor for complex projects requiring, as in this case, the coordination of different manufacturers and system suppliers. The line, which was set up at MG2 facility in Pian di Macina for FAT purposes, required a lot of flexibility in the design of the different machines making it up and it covers all the packaging phases up to the end of line. To start, the processed bottles in five different sizes (from 50 to 240 ml) are placed into cartons of different sizes together with the additional necessary components (syringes, caps or droppers). At a second stage, the information leaflet is inserted into the carton, with or without instructions. Besides MG2, the partners involved in the project are Cariba as far as packing into cartons is concerned and OPTEL who supplied the integrated in-line vision systems.

ACE CT_400

ACE CT/400

MG2 per il packaging farmaceutico: dal flacone al cartone / MG2 project for the pharmaceutical industry: from the bottle to the case

Forte della sua posizione di leader nell’ambito delle opercolatrici, MG2 rafforza il suo impegno nel settore del packaging cosmetico e farmaceutico. Esemplificativo è il progetto di una linea completa per un’importante multinazionale nordamericana, di cui MG2 ha curato l’integrazione fornendo al contempo una macchina per il packaging secondario e il sistema per la tracciabilità. Ve lo raccontiamo da giovedì prossimo. Stay tuned!

Strongly encouraged by its established leader position in the capsule fillers market, MG2 strengthens its commitment in the pharmaceutical / cosmetic packaging industry. An excellent example is the project of a complete line designed for a North-American multinational company, on behalf of which MG2 managed the integration process by supplying both a machine for the secondary packaging and a serialization system. Discover more, starting from next Thursday. Stay tuned!

cartons comp

MG2 & the diffusion of the packaging technology: a group of American and Mexican students visited our headquarters in Pian di Macina (BO)

IPaTA 2017 logoLo scorso 8 novembre cinque studenti universitari provenienti da Messico e Stati Uniti hanno visitato il nostro headquarters in quanto vincitori dell’ Italian Packaging Technology Award 2017. L’iniziativa, organizzata da ICE in collaborazione con UCIMA, premia con un soggiorno in Italia le migliori idee di ricerca sulle innovazioni tecnologiche applicate al settore del packaging. Nel corso dell’incontro presso MG2, gli studenti hanno apprezzato le avanzate metodologie produttive in uso all’interno dell’azienda ed hanno inoltre colto tale l’opportunità per confrontarsi con lo staff di MG2 su alcuni dei temi più attuali: tra gli altri, la sostenibilità ambientale, l’utilizzo dei nuovi materiali e le frontiere del packaging design.

On 8th of November five university students from Mexico and United States took part in a guided visit of our company. They were the winners of the Italian Packaging Technology Award 2017, an initiative organised by the Italian Trade Agency ICE in cooperation with UCIMA which purpose is to give outstanding students from prestigious universities all over the world the chance to discover the most advanced Italian industrial technology. During the meeting, the students appreciated the MG2 advanced production methodologies and also took this opportunity to talk with MG2 staff about current themes, including environmental sustainability, the use of new materials and the boundaries of packaging design.

Contenimento: qualità certificata attraverso la metodologia SMEPAC / Containment: quality certified through the SMEPAC procedure

Nelle fasi successive all’allestimento della macchina, grande importanza viene data ai test che verificano il livello di tenuta e certificano la classe OEB di appartenenza, che possono essere svolti in MG2 prima della consegna o presso il cliente ad installazione avvenuta. MG2, nell’esecuzione di questi test, segue la metodologia SMEPAC (Standardized Measurement Of Equipment Particulate Containment) e li affida a società terze specializzate nella realizzazione e certificazione di tali tipi di test, per garantire la rigorosità, l’oggettività e la coerenza dei risultati. Recentemente, il test SMEPAC è stato eseguito su un esemplare di FlexaLAB a contenimento allestito per un’importante multinazionale, dando risultati migliori del limite inferiore della classe OEB5 (< 0,1 mg/m3). Il medesimo risultato è stato raggiunto da un’altra macchina, modello TEKNA a contenimento, preparata per un cliente con sede in Portogallo, leader nello sviluppo e produzione di farmaci inalatori. Anche PLANETA 200, ultima arrivata e modello di punta nella gamma delle opercolatrici, è già stata venduta sia in una configurazione che le consente di raggiungere la massima classe di contenimento e sia in configurazione Enhanced Hood. L’allestimento delle macchine, lo sviluppo dei sistemi e, soprattutto, lo svolgimento di test SMEPAC, sono fortemente favoriti dall’utilizzo della Pharma Zone: l’area presente presso l’headquarters MG2, all’interno della quale è possibile effettuare test di dosaggio utilizzando i prodotti attivi nelle condizioni reali di produzione prima dell’installazione della macchina, con grande risparmio di costi e tempo durante il commissioning. Anche in questo caso, gli investimenti svolti dall’azienda bolognese sono finalizzati a un supporto sempre maggiore al cliente, che può beneficiare di un know-how e di tecnologie uniche nel loro genere.

During the steps which follow the machine production, particular consideration is given to the performance of some tests necessary to both verify the capacity level and certify the OEB class to be assigned to the machine. These tests can be run at MG2 before the delivery, but also at customer site once the machine installation has been done. For tests execution MG2 follows SMEPAC procedure (Standardized Measurement of Equipment Particulate Containment). Besides, the performance of such tests is assigned by MG2 to third party companies specialized in carrying out trials and issuing the relevant certifications to guarantee strictness, objectivity and compliance. Recently, the SMEPAC test has been run on a FlexaLAB capsule filler equipped with containment for an important multinational company, giving better results than the lower limit of OEB5 class. The same result has been achieved for another machine: a TEKNA capsule filler with containment produced for a customer based in Portugal, who is a leader company in the development and in the production of inhalation pharmaceutical products. Also PLANETA 200, the last arrival, our core model for capsule fillers, has already been sold both in a configuration allowing to reach the maximum containment level and also in a configuration with Enhanced Hood. The preparation of the machines, the developments of systems and especially the performance of SMEPAC tests are strongly facilitated by the adoption of the Pharma Zone: in this area, situated at MG2 headquarters, it is possible to run dosing tests by utilizing active products under real production conditions before machine installation, thus resulting into a considerable saving in terms of both costs and time during the commissioning. Also in such case, the investments made by the company based in Bologna are meant to support more and more the customer, who can take advantage of both know-how and technologies being unique in their category.

Swab test 01

Dettaglio dello Swab Test (metodologia SMEPAC) / Detail of the Swab Test (SMEPAC procedure)

Contenimento: il portafoglio MG2 / Containment: MG2 portfolio

Per soddisfare ulteriormente le richieste dei clienti in termini di sicurezza per l’operatore, l’offerta MG2 per gli isolatori rigidi prevede tre possibili soluzioni incrementali riguardo alla combinazione di funzioni di contenimento e lavaggio. La prima prevede il solo isolatore per realizzare il contenimento con l’ausilio di tubi di aspirazione per eseguire il cosiddetto dry-cleaning, la seconda aggiunge un sistema di nebulizzazione per abbattere il prodotto a fine produzione (Wet-in-Place) e la terza raggiunge il livello massimo di automazione con un sistema automatico di Wash-in-Place / Clean-in-Place e asciugatura. Nell’ambito di ogni soluzione il cliente finale può scegliere tra una serie di dispositivi e funzioni opzionali che vanno a coprire esigenze dell’applicazione specifica. Grazie all’ampia scalabilità e alla flessibilità della propria line-up, MG2 è in grado di soddisfare anche esigenze di livelli intermedi di contenimento con soluzioni più semplici e più economiche del vero e proprio isolatore rigido. Già in configurazione standard le macchine MG2 presentano elevate caratteristiche di isolamento. Per esempio, l’opercolatrice PLANETA durante il normale funzionamento rispetta i limiti della classe OEB3, grazie ai sistemi di aspirazione e vuoto che creano una costante pressione negativa all’interno dell’area di dosaggio. Attraverso l’implementazione di componenti aggiuntivi tipici del mondo a contenimento, è possibile raggiungere il livello OEB4, sufficiente per numerose applicazioni. La tenuta della cappa di protezione standard può essere aumentata con l’adozione della cosiddetta Enhanced Hood, eventualmente corredata di guanti per eseguire operazioni di regolazione o manutenzione, di lance per l’aspirazione del prodotto a fine ciclo (dry clearing) o spray guns per eseguire attività di umettatura tramite nebulizzazione (wetn cleaning): tutte operazioni che normalmente andrebbero eseguite aprendo gli sportelli e che tramite l’adozione dei sopracitati accessori per il contenimento possono essere eseguite in ambiente chiuso e quindi controllato. L’Enhanced Hood è inoltre dotata di un filtro posizionato sul canale di ingresso dell’aria che separa ulteriormente l’area in cui viene trattato e dosato il prodotto dalla stanza di produzione.

To further satisfy the customers’ requests in terms of operator safety, MG2 rigid isolators range includes three possible solutions which can be upgraded as far as the combination of containment and washing functions is concerned. The first option foresees only the isolator to carry out containment by means of suction hoses allowing to execute the dry-cleaning. The second solution adds a spraying system to let the product lie at the end of production (Wet-in-Place) and the third solution reaches the maximum automation level thanks to a Wash-in-Place / Clean-in-Place automatic system followed by drying. In the scope of each solution the final customer can chose among a series of devices and optional functions covering the needs of each special application. Thanks to both the wide scalability and the flexibility of its products range, MG2 can satisfy also the requests for intermediate containment levels by proposing easier and cheaper solutions if compared to the actual rigid isolator. Already in their standard configuration MG2 machines show high isolation features. For example, PLANETA capsule filler during normal operation complies with OEB3 class limits thanks to its suction/vacuum systems which create a constant negative pressure inside the dosing area. By upgrading the machines with the typical additional containment parts, it is possible to reach OEB4 level which is sufficient to comply with many applications. The capacity of the protection hood can be increased by adopting the so called Enhanced Hood, which, upon request, can be equipped with: gloves to carry out either adjustment operations or maintenance, nozzles to suck the product at the end of cycle (dry cleaning) or spray guns to perform moisten operations by spray (wet cleaning). To carry out all these operations it would be normally necessary to open the doors, but thanks to the above containment accessories they can be performed in a close environment, which is for this reason also a controlled environment. The Enhanced Hood is also equipped with a filter placed on the air inlet duct which further separates the product handling/dosing area from the production room.

MG2_PLANETA200_Enhanced Hood

Dettaglio dellla Enhanced Hood (PLANETA 200 a contenimento) / Detail of the Enhanced Hood (PLANETA 200 in containment version)

Contenimento: isolatori e filtri per raggiungere le classi OEB4 e OEB5 / Containment: isolators and filters to achieve OEB4 and OEB5 classes

In ambito farmaceutico, si assiste ad un trend importante, che privilegia l’adozione di sistemi di contenimento sulla macchina rispetto all’impiego di dispositivi di protezione individuale dell’operatore (PPE – Personal Protective Equipment), solitamente molto costosi e poco ergonomici, poiché limitano sensibilmente la libertà di movimento. Tale scelta consente inoltre un risparmio in termini di condizionamento dell’ambiente di produzione, poiché permette di mantenere una “elevata” qualità dell’aria in aree più ristrette rispetto a quanto avverrebbe utilizzando macchine prive di contenimento. Gli isolatori MG2 garantiscono il maggior livello di contenimento (OEB5/OEB4) e sono ottimali in caso di macchine dedicate alla produzione di uno specifico prodotto o genericamente di prodotti in polvere ad alta tossicità, con qualsiasi capacità produttiva (bassa/media/alta). Gli isolatori si integrano alla perfezione coi sistemi automatici di caricamento prodotto e valvole ad alto contenimento. Tra le innovazioni introdotte da MG2 nell’ambito degli isolatori rientra il concetto di filtri per l’aspirazione installati direttamente sull’isolatore. In precedenti applicazioni questi erano posti interni al sistema di aspirazione a una certa distanza dalla macchina, una soluzione che richiedeva l’impiego di specifici sistemi per lavare correttamente i condotti dell’aria. La nuova collocazione consente invece un immediato filtraggio dei componenti tossici o attivi, che quindi non contaminano i condotti, garantendo al contempo una maggior semplicità nelle operazioni di pulizia e manutenzione. I filtri che impiega MG2 adottano una tecnologia “push push”, che consente di eseguire la sostituzione con maggior praticità e, soprattutto, in totale sicurezza. Il filtro pulito viene semplicemente spinto in sede dall’esterno dell’isolatore, provocando l’espulsione del filtro sporco all’interno dell’isolatore, dove sarà recuperato tramite i guanti ed estratto tramite la porta RTP.

In the pharmaceutical field, another important trend is to give priority to the adoption of containment system on the machine instead of the utilization of personal protective equipment for the operator (PPE – Personal Protective Equipment), which are usually very expensive and poorly ergonomic in that they considerably hinder free movements. This choice also makes it possible to take considerable advantages in terms of production environment conditioning, in that it allows to keep high air quality in smaller areas than it would happen by utilizing machines being not equipped with containment systems. MG2 isolators guarantee the highest containment level (OEB5/OEB4) and they represent the best solution for machines being specially dedicated to the production of either a specific product or generally high toxicity powder products, independently from their production capacity (low/medium/high). The isolators perfectly integrate to both automatic product loading systems and high containment valves. One of the innovations introduced by MG2 in the isolators field consists in directly fixing the suction filters to the isolator. In the past, filters were placed near the suction system at a given distance from the machine; a solution which required the adoption of special systems to correctly wash the air ducts. On the contrary, the new location makes it possible to immediately filter toxic / active components, which in such way do not contaminate the ducts, by also allowing easier cleaning and maintenance operations. Filters utilized by MG2 adopt the “push push” technology which makes it possible to perform the replacement under more practical and especially totally safe conditions. The cleaned filter is simply pushed into its correct position from the external of the isolator by causing the ejection of the dirty filter inside the isolator, where it will be taken out by means of the gloves and through the RTP port.

MG2_TEKNA_Containment_filter

Dettaglio del filtro per l’aspirazione (TEKNA a contenimento) / Detail of the suction filter (TEKNA in containment version)

 

 

Contenimento: a cosa serve e come si raggiunge / Containment: what it’s for and how it can be achieved

La funzione principale dei sistemi di contenimento è quella di evitare la dispersione del prodotto, così da garantire la protezione degli operatori e dell’ambiente dall’esposizione a sostanze potenzialmente tossiche. In secondo luogo, gli isolatori possono essere utilizzati anche per proteggere il prodotto da contaminazione esterna e da condizioni ambientali non ottimali, mantenendo costanti parametri quali temperatura e livello di umidità relativa. Per la sicurezza degli operatori sono state definite delle soglie OEL (Occupational Exposure Limit), ovvero i livelli massimi di concentrazione di prodotto per metro cubo, al di sotto dei quali un operatore esposto per 8 ore al giorno non corre rischi. In base al prodotto da trattare il cliente definisce la soglia OEL ottimale. I limiti OEL vengono tipicamente gestiti in classi OEB (Occupational Exposure Band), che definiscono dei range di ammissibilità. Ad esempio, la classe OEB 5 copre il range tra 0,1 µg e 1 µg di prodotto per metro cubo. Le classi più alte (OEB4 e OEB5) sono richieste per farmaci fortemente attivi e/o tossici, come quelli per terapie oncologiche. Le macchine MG2 possono essere dotate di sistemi adeguati a tutte le classi OEB in base alla strategia di contenimento richiesta dal prodotto. L’impiego di isolatori dotati, ad esempio, di guarnizioni gonfiabili, guanti e porte RTP (Rapid Transfer Port) è fondamentale per soddisfare le classi più elevate (OEB5/OEB4).

The main purpose of containment systems consists in avoiding the product release, thus assuring operators and environment protection from the exposure to potentially toxic substances. Besides, isolators can also be utilized to protect the product from both external contamination and environmental unsuitable conditions, by keeping constant some parameters such as temperature and relative humidity level. In favour of the operator’s safety, some OEL (Occupational Exposure Limit) thresholds have been defined, establishing the maximum product concentration level per cubic meter under which an operator being exposed for 8 hours per day does not run any risk. Based on the product to be handled the customer defines the best OEL level. Such limits are typically managed by means of a classification into OEB (Occupational Exposure Band) classes, which determine the admissibility range. For example, OEB 5 class covers the range between 0,1 µg and 1 µg of product per cubic meter. The higher classes (OEB4 and OEB5) are required for strongly active and/or toxic pharmaceutical products, such as those utilized for cancer treatment. MG2 machines can be equipped with different systems suitable for all OEB classes, based on the containment strategy required by the product. For example, the utilization of isolators equipped with inflatable gaskets, gloves and RTP (Rapid Transfer Port) is of primary importance to satisfy the higher classes requirements (OEB5/OEB4).

OEL pyramid_MG2

Piramide OEL / OEL pyramid

Sistemi di contenimento MG2: quando tecnologia e flessibilità vanno di pari passo / MG2 containment systems: when technology and flexibility go hand-in-hand

Negli ultimi anni MG2 ha investito fortemente nello studio e nello sviluppo di tecnologie per il contenimento. I sistemi progettati e commercializzati dall’azienda Italiana, finalizzati alla salvaguardia dell’operatore, del prodotto e dell’ambiente, sono tra i più avanzati sul mercato, con una modularità senza pari, che consente di coprire tutte le classi di contenimento. Ve lo raccontiamo da martedì prossimo. Stay tuned!

During the last years MG2 strongly invested both in the study and in the development of containment technology. These systems designed and sold by the Italian company are intended to safeguard the operator, the product and the environment. They are among the most advanced on the market thanks to their unsurpassed modularity which allows to cover all the containment levels. Discover more, starting from next Tuesday. Stay tuned!

MG2_TEKNA_Containment_overview

TEKNA a contenimento all’interno della Pharma Zone MG2 / TEKNA in containement version into MG2 Pharma Zone

MG2 ad Interpack: ACE – sistema Track & Trace / MG2 at Interpack: ACE – Track & Trace system

ACE è un sistema Track & Trace che effettua la marcatura e la verifica nel fine linea di prodotti farmaceutici. Il sistema stampa un codice di identificazione 2D Data Matrix univoco su ogni unità e simultaneamente legge, verifica e monitora costantemente la qualità di stampa. Dopo il controllo della stampa, il prodotto è alimentato verso il convogliatore oppure, nel caso di stampa difettosa, scartato dalla linea di confezionamento. ACE, è dotato di un sistema di controllo positivo dell’prodotto, per una gestione della movimentazione facile e sicura anche ad alta velocità. I sistemi Track & Trace ACE MG2 sono declinati nelle versioni per flaconi, BT/300, per astucci, CT/400 e BN/30 per prodotti fardellati. Punto di forza delle soluzioni MG2 per la tracciabilità è la compattezza, che ne consente agilmente l’impiego anche su linee pre-esistenti, al pari della grande modularità, che permette di utilizzare differenti sistemi di visione, configurandoli a seconda delle diverse esigenze di marcatura e verifica. La serie ACE può trattare una gamma di formati e dimensioni estremamente ampia.

ACE is a line of Track & Trace systems dedicated to pharmaceutical products’ end-of-line machines. The system is used to print a unique identifying 2D-Data Matrix code on each unit and simultaneously to read, verify and constantly monitor the code printing quality. After each print job is inspected, the product is fed towards the conveyor or, in case of faulty printing, it is discharged from the packaging line. ACE features a positive unit control system, for an easy and safe handling management, even at high speed. The main advantages of MG2’s solutions for traceability are the small footprint, for the integration into any existing or new packaging line, as well as the great modularity, which allows the installation of different vision systems, at customer’s choice by configuring them in accordance with different marking and verification requirements. The ACE series can handle a wide range of shapes and sizes. In fact, MG2’s Track & Trace systems are available in three versions: for cartons (ACE CT/400), bundles (ACE BN/30) and bottles (ACE BT/300). The latest will be on show.

Visit us at Hall 16 – Booth 16A37

ACE BT_300